italian flag english flag

Documenti, 2

Commissione "Épigraphie et Informatique" de l'AIEGL
Verbale delle riunioni del 14-16 novembre 2003


Nei giorni 14-16 novembre 2003 si è tenuta ad Aquileia e Trieste, all'interno del Congresso Internazionale Dall'Orto Lapidario a Internet, organizzato da Claudio Zaccaria per conto del Laboratorio di Epigrafia dell'Università degli Studi di Trieste, in collaborazione con l'AIEGL e con il Comitato di Studi Storici di Trieste, una seconda Tavola Rotonda della Commissione Épigraphie et Informatique dell'AIEGL, il cui scopo era di fare il punto sullo stato dei lavori per la realizzazione di una banca dati generale dell'epigrafia greca e latina, progetto per il quale la Commissione fu istituita nel 1997 e confermata nel 2002 e di assumere nuove delibere al riguardo dopo quelle prese a Roma nel 1999. Hanno partecipato i seguenti studiosi: Marc Mayer e Angela Donati, rispettivamente Presidente e Segretario Generale dell'AIEGL, Géza Alföldy, Kevin Clinton, Charles Crowther, Manfred Hainzmann, Silvio Panciera, membri della Commissione ristretta, John Jory, Marcus Dohnicht, membri della Commissione allargata, ed inoltre, in qualità di consulenti o di partecipanti a vario titolo alla fase sperimentale dei lavori, Laura Boffo, Carlotta Caruso, Laura Chioffi, Andreas Dafferner, Werner Eck, Silvia Evangelisti, Antonio Enrico Felle, Francisca Feraudi Gruénais, Giorgio Filippi, Rosanna Friggeri, Fulvia Mainardis, Marina Mattei, Giovanni Mennella, David Nonnis, Gianfranco Paci, Caterina Papi, Marina Silvestrini, Stefania Valentini, Daniela Velestino, Claudio Zaccaria. Hanno giustificato la loro assenza Alain Bresson, della Commissione ristretta, ed inoltre Tom Elliot, Josè D'Encarnação, Charalambos Kritzas, Leopold Migeotte, Marie Therèse Raepsaet-Charlier, Olli Salomies e Marjeta Šašel Kos della Commissione allargata.
Nel corso dei lavori, dopo ampio dibattito, sono state prese le seguenti deliberazioni:
1) La fase sperimentale è conclusa.
2) La banca non sarà unica, come deliberato nel 1999, ma nascerà dalla federazione di più banche sotto un unico portale. Federazione e portale saranno indicati con il nome di EAGLE (Electronic Archive of Greek and Latin Epigraphy).
3) In prima istanza le banche federate saranno le seguenti tre: Epigraphische Datenbank Heidelberg (EDH), Epigraphic Database Bari (EDB), Epigraphic Database Roma (EDB).
4) La federazione, sia nella sua consistenza iniziale, sia nel suo eventuale allargamento, sarà regolata dallo statuto-regolamento che si allega. L'organo di governo sarà costituito entro l'anno 2004.
5) In linea generale le aree di competenza prioritarie delle tre banche sono così definite: Province romane, tranne Sicilia e Sardegna (EDH), Epigrafia cristiana di Roma (EDB), Roma, tranne le epigrafi cristiane, penisola italiana, Sicilia e Sardegna (EDR).
6) Ognuna delle tre banche è aperta alla più ampia collaborazione secondo regole che saranno fissate in accordo con i collaboratori stessi. Iniziative per definire una prima rete di collaboratori saranno assunte nei prossimi mesi.
7) Il portale avrà sede a Roma. Dettagli tecnici concernenti, sia il suo funzionamento, sia altre questioni saranno concordati fra le banche federate.
8) Le maschere di immissione dei dati, come pure i criteri di immissione e la maschera di interrogazione sono fissate e rese pubbliche dalle singole banche nei rispettivi siti, in accordo con EAGLE.
9) Il prodotto sarà garantito dalle Direttive Europee in tema di tutela giuridica delle Banche Dati e dal loro recepimento nelle varie legislazioni nazionali.
Tutte le decisioni qui sopra riportate sono state prese all'unanimità e sono comunicate al Bureau dell'AIEGL dalla Commissione che ritiene, una volta che sia stata istituita EAGLE, di aver assolto il compito affidatole.
Restano aperte due questioni di grande importanza per le quali i partecipanti alla Tavola Rotonda ritengono di dover esprimere specifici voti. La prima concerne l'epigrafia di lingua greca in particolar modo delle aree orientali prima e dopo l'occupazione romana, per il cui importantissimo ingresso in EAGLE, magari con una specifica banca, sembra indispensabile l'iniziativa di un confronto tra i vari enti e studiosi che già molto hanno fatto e stanno facendo in questo campo. La seconda riguarda il progetto PETRAE del quale pure si auspica che si trovi il modo di realizzare una qualche forma di collaborazione con EAGLE, nel pieno rispetto dell'indipendenza e delle specifiche finalità di PETRAE, ma anche nel superiore interesse degli studi per i quali una confluenza delle maggiori banche dati epigrafiche sembra altamente auspicabile.